Skip to content

Presentazione in ambiente conflittuale nell'attività di internal audit

- INTRODUZIONE : dire quello che si dirà, e serve a non creare l’ansia d’attesa. Quindi è importante mettere in chiaro la durata della presentazione. - CORPO CENTRALE : argomentazioni.
- CONCLUSIONE : se sappiamo che non rivedremo queste persone, ma vogliamo che la presentazione sia efficace, la conclusione deve lasciare un bel ricorso, perché la conclusione risveglia l’attenzione. La conclusione deve dare un messaggio.
L’INTRODUZIONE
Prima dell’introduzione, bisogna catturare l’attenzione del pubblico. Bisogna creare un ponte tra chi fa la presentazione e chi assiste per avere la loro attenzione. Per esempio si può iniziare con una domanda, perché la domanda per sua natura fa si che il cervello si attivi per rispondere. Inoltre se la domanda è inaspettata, il cervello automaticamente cerca di capire il perché è stata fatta questa domanda. La domanda deve stupire, perché suscita un’emozione, e quando una persona prova un’emozione abbassa il livello di vigilanza. Più l’emozione è forte, più la razionalità si abbassa.
La realtà viene filtrata a seconda di quello che serve. Tra le regole di questi filtri c’è che un’immagine per essere fissata nel cervello deve essere guadata abbastanza a lungo. L’immagine subliminale è un’immagine forte, di rottura, che contrasta i filtri e da un’emozione fortissima. Le emozioni abbassano la coscienza vigile.
È opportuno quindi iniziare la presentazione suscitando un’emozione!
ALTRE STRATEGIE DI ATTACCO
- RACCONTARE UN ANEDDOTO
- INSERIRE UNA CITAZIONE
- CITARE UN DATO SCIOCCANTE O SORPRENDENTE
- INSERIRE UNA BREVE STORIA
- RICORRERE A UN’ANALOGIA, UNA METAFORA, UNA SIMILITUDINE : la metafora usa il segreto delle fiabe, che sono utili perché hanno il potere di abbassare le difese razionali, perché è qualcosa di immaginario e le persone si lasciano andare. Se si comunica un messaggio attraverso una fiaba, si può notare come l’ascoltatore disattivi le sue difese.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.