Skip to content

La circolazione delle azioni

I titoli azionari sono i documenti che rappresentano le quote di partecipazione nella s.p.a. e ne consentono il trasferimento secondo le regole proprie dei titoli di credito.
La loro emissione non è essenziale nelle società con azioni non quotate in borsa.
Nelle società quotate in mercati regolamentate le azioni non possono essere rappresentate da titoli e la loro circolazione è basata su un sistema di semplici registrazioni contabili con la soppressione materiale dei titoli.
Le azioni rientrano nella categoria dei titoli di credito causali (possono essere emessi solo in base ad un determinato rapporto causale).
Le azioni possono essere nominative o al portatore (con beneficio dell'anonimato) a scelta dell'azionista.
Il sistema vigente prevede che tutte le azioni devono essere nominative, salvo le azioni di risparmio e quelle emesse dalle Sicav che possono essere anche al portatore.

Le azioni al portatore si trasferiscono con la consegna del titolo; quelle nominative sono assoggettate ad una specifica disciplina.

Tratto da DIRITTO COMMERCIALE di Alexandra Bozzanca
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Diritto dell'Impresa

Appunti esaustivi per l'esame di - Diritto Commerciale - Vengono affrontati e definiti i temi dell’Impresa, della pubblicità, dell’azienda, del diritto d’autore e della concorrenza.