Skip to content

Il modello circonflesso di Olson

Olson analizza il funzionamento della famiglia attraverso tre dimensioni: coesione, adattabilità comunicazione.
La coesione è la dimensione che indica la lontananza o la vicinanza dal punto di vista psicologico; l’adattabilità indica la capacità di cambiare la struttura familiare in base agli eventi; la comunicazione, infine, è intesa non soltanto come modalità che i membri della famiglia utilizzano per esprimere i loro bisogni, ma anche come elemento che facilita il movemento dinamico della famiglia.
Olson ha individuato 16 tipi di funzionamento familiare, a seconda del posto che una famiglia occupa in ciascuno delle dimensioni, che possono essere ridotti a tre modelli principali: bilanciato, medio raggio, estremo.
Le famiglie più funzionali sono quelle che si collocano nelle posizioni centrali rispetto alle dimensioni di coesione e adattabilità; le famiglie che si collocano a uno degli estremi degli assi presentano invece un funzionamento tale che può comportare molteplici difficoltà ad adattarsi alle diverse situazioni del loro ciclo di vita.
 
Famiglie con alta adattabilità --> Caotiche
Famiglie con bassa adattabilità --> Rigide
Famiglie con bassa coesione --> Disimpegnate
Famiglie con alta coesione --> Invischiate

Questi sono i quattro tipi principali che poi si incrociano tra di loro (Caotiche-disimpegnate; Caotiche-invischiate; Rigide-disimpegnate; Rigide-invischiate).
di Antonino Cascione
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.