Skip to content

Giurisprudenza costituzionale in tema di prescrizione dopo il 1966

Nelle pronunce successive a quella del 1966, la Corte costituzionale è tornata sui suoi passi, sostenendo che con l'art.18 dello Statuto dei lavoratori, la resistenza al licenziamento è divenuta più forte, rendendo così inutile il mancato decorso della prescrizione in pendenza del rapporto di lavoro, decisa nella sentenza 63 proprio in ragione del timore di licenziamento del lavoratore. La Corte è stata criticata ampiamente dalla dottrina, per non aver tenuto conto che il datore di lavoro può manifestare la propria posizione di interrogata svariate volte sulla questione, è rimasta ferma al pensiero che la prescrizione possa decorrere anche durante il rapporto di lavoro, ridando vita così ad una norma dapprima ritenuta estranea all'ordinamento. 
La prescrizione, quindi, non decorre durante il rapporto di lavoro solo nei casi di libera recedibilità o nei rapporti tutelati da stabilità obbligatoria.
Tratto da DIRITTO DEL LAVORO di Alessandra Infante
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.