Skip to content

Gli strumenti per la misura dei cinque fattori di personalità


Gli strumenti per la misura dei Cinque Fattori valutano diverse sottodimensioni o “sfaccettature” di ciascuna dimensione.
Dopo aver condotto un’analisi lessicale degli aggettivi utilizzati nella lingua italiana per descrivere la personalità, Caprara e colleghi hanno costruito il Big Five Questionnaire (BFQ) e il Big Five Observer (BFO).
Il BFQ è un questionario costituito da 132 item che valutano le cinque dimensioni sia negli adulti che nei bambini:
energia: si riferisce agli aspetti ricondotti all’estroversione (livello di energia e di attività, socievolezza, assertività) ed è composto da dinamismo (espansività, entusiasmo) e dominanza (intraprendenza e assertività)
- amicalità: si riferisce alla dimensione indicata come gradevolezza ed è composto da cooperatività/empatia (sensibilità, sollecitudine nei confronti dei bisogni e necessità altrui) e
- cordialità/atteggiamento amichevole (gentilezza, affabilità, docilità, fiduciosità)
- coscienziosità: si riferisce alla capacità di controllo degli impulsi, sia l’autoregolazione inibitoria che l’autoregolazione proattiva ed è composto da scrupolosità (affidabilità e precisione) e perseveranza (capacità di persistere nel portare a compimento i compiti e non venire meno agli impegni presi)
- stabilità emotiva: si riferisce a caratteristiche che rimandano all’affetto negativo ed è composto dal controllo delle emozioni (capacità di moderare la propria emotività e l’ansia) e controllo degli impulsi (capacità di controllare le proprie reazioni di irritazione, malumore e rabbia in situazioni di fastidio, conflitto e pericolo)
- apertura mentale: si riferisce alla dimensione che gli altri hanno definito cultura, intelletto, apertura all’esperienza ed è composto da apertura alla cultura (interessi culturali, inclinazione a tenersi informati e ad acquisire conoscenze) e apertura all’esperienza (atteggiamento favorevole nei confronti delle novità, di valori, stili, modi di vita e culture diverse, capacità di riconoscere e assumere più punti di vista).
Il Big Five Observer (BFO) consiste in una lista di aggettivi opposti bipolari e si limita a valutare ognuno dei cinque grandi fattori.
Il TinSit (tratti-in-situazioni), impiega la teoria della generalizzabilità per analizzare non solo le cinque tendenze disposizionali, ma la loro espressione in una varietà di situazioni.
E’ uno strumento utile per indagare l’importanza relativa delle persone, delle situazioni e delle modalità di risposta.
La teoria della generalizzabilità permette di valutare l’equivalenza funzionale di vari indicatori di tratto tra persone, situazioni e modalità di risposta e perciò di ottenere una stima delle molteplici fonti di variazione sistematica e di errore di misurazione.
Il FFPI (Five-Factor Personality Inventory) è composto da 100 item che consistono in una breve e specifica affermazione scritta in terza persona. La differenza più significativa con le strutture dei Big Five consiste nel fatto che il quinto fattore dell’FFPI corrisponde all’autonomia, che concerne la tendenza a mantenere la propria opinione e a non subire l’influenza degli altri.
Tratto da PERSONALITÀ. DETERMINANTI, DINAMICHE E POTENZIALITÀ di Paola Alessandra Consoli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: