Skip to content

La gestione collettiva del risparmio


Ai contratti finora esaminati, che presuppongono una relazione individuale e diretta fra cliente e intermediario, si affiancano le forme di gestione collettiva del risparmio nelle quali il gestore raccoglie il risparmio di una pluralità di investitori e lo investe collettivamente in strumenti finanziari.
Tale attività può essere svolta soltanto tramite i c.d. organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR), cioè dalle società di gestione del risparmio (SGR), nella forma dei fondi comuni di investimento, e dalle società di investimento a capitale variabile (SICAV), nella forma dell’investimento collettivo del patrimonio raccolto mediante offerta al pubblico delle proprie azioni.
Alla sfera della gestione collettiva del risparmio appartengono anche i fondi pensione tramite i quali attività analoga viene svolta sul risparmio di lavoratori dipendenti o autonomi con finalità di previdenza integrativa.
Tratto da DIRITTO COMMERCIALE di Stefano Civitelli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.