Skip to content

Indice di teledensità


Per quanto riguarda la diffusione telefonica, occorre notare come questo semplice strumento comunicativo sia ancora relativamente raro in molte aree emergenti. Per questa ragione l'indice di teledensità rappresenta uno dei principali indicatori dell'accesso alle ICT esso è calcolato come rapporto fra numero di abbonati telefonici e popolazione in un dato paese, moltiplicato per 100. Il calcio africano, per quanto drammatico, è caratterizzato da un percorso di sviluppo relativamente peculiare: in quasi tutti i paesi il numero di telefoni cellulari supera quello di telefoni fissi e il mercato africano ha rappresentato il maggior tasso di crescita al mondo in questo settore.

UTILIZZO DEL PERSONAL COMPUTER: il secondo indicatore utilizzato per l'analisi del divario digitale riguarda il numero di computer ogni 100 abitanti. Diversamente dai contratti telefonici, si tratta di un dato difficile da misurare: in molti paesi, in assenza di adeguate fonti statistiche, i dati sono stimati sulla base delle vendite e delle importazioni di computer, tenendo conto della vita media di questi prodotti.

LA DIFFUSIONE DI INTERNET: l'ultimo indicatore degli Digital divide rappresenta il numero medio di utenti Internet. Anche in questo caso si tratta di un dato difficile da ottenere, inoltre la moltiplicazione dei possibili strumenti utilizzabili per connettersi al Web rende difficile misurare il fenomeno. In quasi tutti i paesi della triade circa due terzi della popolazione utilizza in. Fanno eccezione Francia, Germania e Italia con valori leggermente inferiori al 50%, cui seguono Portogallo, Irlanda e Grecia, con quote rispettivamente del 30%, 34% e 18%.

L’INDICE DI SVILUPPO ICT: un recente tentativo di misurare i progressi nella riduzione del divario digitale è stato elaborato nel 2009. Allo scopo di analizzare l'evoluzione del fenomeno in seno al millennium development Goal, l'organizzazione internazionale ha elaborato una misura di sintesi chiamata ICT DEVELOPMENT INDEX –IDI. Si tratta di una indicatore sintetico che combina una molteplicità di statistiche sociali e tecnologiche: è un indicatore sintetico dello sviluppo conseguente all'utilizzo di una singola  classifica per rappresentare situazioni sociali molto complesse. In particolare, i tre sub-indici che permettono il calcolo del  IDI si riferisono:
• alle possibilità di accesso,
• all'intensità del loro utilizzo,
• alla capacità di utilizzare in modo efficace le tecnologie informatiche.
Naturalmente, la presenza di una stretta relazione fra crescita economica e ICT è innegabile.
Tratto da PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.