Skip to content

IL CAG: un setting in movimento

Un CAG è caratterizzato da spazi di solito aperti e accessibili, trasformabili, adattabili, personalizzabili; tempi scarsamente strutturati con ampi momenti vuoti e informali; la flessibilità nell’impiego degli spazi e dei tempi risponde alla condizione costitutiva del CAG di operare nel campo della socialità e dell’aggregazione degli adolescenti.
In un CAG sono in questione l’incertezza, l’instabilità e l’ambiguità che caratterizzano ogni evento formativo quale sforzo di costruzione di senso, aperto all’orizzonte del possibile, non a caso «ciò che ha reso estremamente interessante l’esperienza dei centri giovanili è stata la sua capacità di concretizzarsi in itinere», di evidenziare «l’importanza che assume l’idea di un rapporto educativo come “strada da tracciare”».
di Anna Bosetti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.