Skip to content

Metodologia di revisione contabile

L'analisi delle circostanze pertinenti l'azienda oggetto di verifica avviene tramite l'elaborazione e la valutazione delle informazioni (audit evidence) che, come vedremo più avanti possono essere ottenute da una pluralità di fonti, ognuna delle quali possiede un diverso grado di persuasione. Le verifiche di revisione hanno il compito di ricollegare tra loro, mediante sistemi ordinati di confronti, i molteplici componenti del sistema delle informazioni d'azienda (evidenza).
Quindi il revisore cerca di stabilire, mediante i confronti, se le diverse evidenze raccolte conducono a una medesima rappresentazione della realtà. Il processo di revisione aziendale si concretizza in:
1.    Analisi del SCI: in cui è attuata una revisione gestionale al fine di comprendere quale sia l'effettivo funzionamento del SCI, e se lo stesso risulta essere adeguato per realizzare un sufficiente controllo rispetto agli obiettivi perseguiti; le informazioni, raccolte mediante la consultazione di manuali di procedure, colloqui/interviste al personale o osservazione diretta, sono poi rappresentate generalmente con diagrammi di flusso (flowcharts) o questionari sul controllo interno;

2.    Verifiche dirette degli elementi reali (operazioni e saldi di bilancio): in tal caso viene effettuata una revisione sia contabile che gestionale; la prima è attuata mediante verifiche sostanziali sulle diverse poste di bilancio al fine di stabilirne: l'esistenza, la completezza, il titolo di proprietà, la correttezza valutativa, la competenza di periodo e la corretta applicazione dei principi contabili; mentre la revisione gestionale ha il fine di accertare un utilizzo efficiente delle risorse e l'efficacia dei risultati in rapporto agli obiettivi;
Le informazioni possono essere raccolte mediante:
- constatazione personale del revisore che può avvenire con richiesta di informazioni bancarie (conferma scritta, circolarizzazione); con la partecipazione su base campionaria alle operazioni di inventariazione; con il controllo degli incassi dei clienti per conferma differita dei crediti iscritti in bilancio;
- conferma diretta da parte di terzi;
- conferma da parte di riscontri differiti.
3.    Analisi documentali: hanno ad oggetto indagini sui documenti contabili e sulle correlative scritture contabili, effettuate attraverso verifiche: sulla sequenza della numerazione; sui conteggi; sulla presenza di prescritte firme di autorizzazioni sui documenti. Tali verifiche possono essere:
- verifiche di conformità: che riguardano il funzionamento del SCI;
- verifiche di sostanza: che misurano l'impatto che le debolezze del SCI possono avere.
4.    Analisi comparative di coerenza: in cui la raccolta di informazioni avviene mediante comparazioni spazio-temporali sui dati economici e finanziari di bilancio e su altri indicatori, interni ed esterni, a livello fisico-tecnico, organizzativo e ambientale; le comparazioni possono avvenire tra o con dati di uno stesso bilancio o di bilanci successivi, di bilanci preventivi e/o consuntivi di aziende similari, dati standard di settore ed altre informazioni contabili

Tratto da REVISIONE AZIENDALE di Salvatore Busico
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Revisione aziendale

Revisione aziendale riassunta puntualmente in questi appunti che esaminano tutti i principali temi relativi all'esame. I vari elementi della materia vengono considerati in tutte le componenti che il revisore deve tenere in considerazione.