Skip to content

L’impresa familiare


La gestione di un’impresa può essere svolta o da un solo individuo o da più individui: nel primo caso si parla di impresa individuale, nel secondo caso di impresa societaria. L’imprenditore potrà, comunque, sempre avvalersi dell’ausilio di altri soggetti legati a lui o da rapporti di lavoro subordinato o da vincoli di parentela. In entrambi i casi, il rischio di impresa ricade solo sull’imprenditore. I soggetti collaboratori non sono imprenditori e, quindi, potranno rischiare solo che l’impresa cessi per scelta dell’imprenditore o per lo stato di insolvenza che determina l’apertura di una procedura concorsuale liquidativa.
Particolarmente interessante è la fattispecie dell’impresa familiare disciplinata dall’art. 230 bis cc introdotto dalla riforma del diritto di famiglia del 1975.
E’ impresa familiare l’impresa nella quale collaborano il coniuge, i parenti entro il terzo grado (fino ai nipoti) e gli affini fino al secondo (fino ai cognati) dell’imprenditore (famiglia nucleare).
La riforma del diritto di famiglia del 1975 è stata utile per eliminare quegli abusi sul lavoro familiare considerando offerto a titolo gratuito. Così il legislatore ha voluto offrire una tutela minima al lavoro familiare riconoscendo ai membri della famiglia che lavorino in modo continuato nell’impresa una serie di diritti patrimoniali e diritti amministrativi.
E’ impresa familiare l’impresa nella quale collaborano il coniuge, i parenti entro il terzo grado (fino ai nipoti) e gli affini fino al secondo (fino ai cognati) dell’imprenditore (famiglia nucleare).
Secondo l’indirizzo prevalente, essa è un’impresa individuale riferibile soltanto all’imprenditore che opera scelte e ne sopporta il rischio e, in caso di insolvenza, la procedura concorsuale che sarà instaurata colpirà solo l’imprenditore e non il familiare che, secondo la disciplina prevista dall’art. 230 bis cc, non può considerarsi socio dell’imprenditore.
Tratto da DIRITTO FALLIMENTARE di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.