Skip to content

Gas & Power

Riguardo al Gas & Power, Eni opera nelle attività di approvvigionamento, trasporto, rigassificazione, distribuzione e vendita del gas naturale.Nell'esercizio 2009 il settore ha conseguito un utile operativo adjusted di € 3.901milioni con un aumento di € 337 milioni rispetto al 2008, pari al 9,5% per effetto essenzialmente dell'attività Mercato (+€ 412 milioni) che ha beneficiato di proventi realizzati su strumenti derivati su Commodity non considerati di copertura per € 218 milioni associati a vendite future di gas ed energia elettrica. La misura alternativa di performance EBITDA proforma adjusted conferma il miglioramento della performance del Mercato rispetto al 2008. Si tratta di un risultato ancor più significativo considerato il crollo della domanda gas in Italia e in Europa e l'intensificarsi della pressione competitiva. In flessione il risultato dell'attività Trasporto Internazionale. L'utile netto adjusted del 2009 di € 2916 milioni è aumentato di € 268 milioni rispetto al 2008 (+10,1%) per effetto del miglioramento della performance operativa in parte assorbito dai minori risultati conseguiti dalle società collegate valutate in base al metodo del patrimonio netto.
Nel 2010 il settore ha conseguito l'utile operativo adjusted di € 3.119 milioni con una diminuzione dei € 782 milioni rispetto al 2009, pari al 20%, per effetto del peggioramento dell'attività Mercato (-57,4%), attenuato dalla tenuta dei Business regolati in Italia (+13,8%). Il risultato del Mercato non tiene conto di proventi realizzati in precedenti reporting period su strumenti derivati commodity privi dei requisiti formali per essere considerati di copertura di € 116 milioni associabili a vendite di gas ed energia elettrica avvenute nel 2010 che se considerati di copertura, avrebbero influenzato il prezzo di tali vendite; per contro il risultato 2009 fu influenzato da proventi su derivati commodity di € 133 milioni relativi a vendite future.
La crisi libica degli ultimi anni sta influenzando l'attività operativa in quanto circa il 10% del fabbisogno italiano di gas è soddisfatto da tale stato, in particolare il 22 febbraio 2011 in seguito alla temporanea sospensione di alcune attività di produzione di gas naturale in Libia, la fornitura di gas attraverso il gasdotto Greenstream è stata sospesa.

di Gennaro Civero
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.