Skip to content

Il volante del curricolo: la programmazione

Contro una scuola che vive “alla giornata”
Compiti della programmazione:
-    Portavoce delle scelte della scuola militante
-    Salvaguardia dei bisogni/interessi dell’allievo
-    Attiva processi cognitivi (tipici dell’alfabetizzazione secondaria)
-    Indica il traguardo cognitivo possibile da perseguire in un plesso scolastico
-    Docente col compito di progettare/sperimentare/verificare i sentieri cognitivi

Tiene conto di un bambino reale per recuperare le esperienze che la società odierna gli nega; xciò antagonista delle pratiche didattiche spontaneistiche e casuali.

I 5 sistemi della programmazione
Punti – qualità:
-    Scolarizzazione capace di dare di + a chi ha di meno; una pedagogia del casualismo didattico imprigiona gli allievi nelle ristrette pareti dei propri condizionamenti socioculturali
-    Intenzionalità: generatrice di una pedagogia interessata a perseguire obiettivi egualitari attraverso metodologie di apprendimento rigorosamente ritagliate su livelli, capacità, lim, stili cognitivi di ogni allievo
-    Modello sperimentale: impegnata ad abrogare la pratica di metodi prefabbricati
-    Discussione e progettazione collegiale dei docenti

di Antonella Bastone
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.