Skip to content

L'interpretazione logistica del territorio di Palermo

L'INTERPRETAZIONE LOGISTICA DEL TERRITORIO. Parlando di economie avanzate il sistema di trasporto va visto all'interno di una organizzazione urbana imperniata sulle reti. Il paradigma reticolare supera il concetto di spazio continuo di origine euclidea, fondato su relazioni di contiguità e prossimità, proponendo invece uno spazio discontinuo di località legate da relazioni a distanza di tipo funzionale che danno vita a flussi di varia natura. Trattasi di uno spazio a geometria variabile che muta al variare della natura e dei caratteri delle reti. Da ciò deriva che le relazioni tra i centri urbani per la componente trasporti dipenderanno sempre meno dalla collocazione geografica e sempre più dalla formazione di reti transnazionali basate sulla crescita delle interconnessioni, sull'intermodalità e la standardizzazione tecnica delle infrastrutture. Interpretare logisticamente il territorio significa mettere in evidenza tre grandi temi di interesse strategico per il territorio stesso.
- Il livello d'ordine che è possibile immettere nell'infinità varietà e variabilità dei movimenti di persone, merci e informazioni che attraversano il territorio, in quanto da esso generati o attratti. È necessaria dunque l'organizzazione di una filiera produttiva e infrastrutturale che scremi l'intensità di trasporto.
- Le economie esterne per le imprese industriali e commerciali localizzate sul territorio e che movimentano flussi di merci a diverse scale di distanza. Questo enorme sviluppo di sistemi flessibili di tipo reticolare fa sì che le programmazioni produttive devono essere sempre più interagenti con clienti e fornitori che sono dislocati in spazi che vanno dal locale al globale.
-  La capacità del territorio di attirare investimenti esterni e di adottare tecnologie avanzate. Deve esserci anzitutto la disponibilità di efficienti terminali di trasporto per poi giungere ad un modello basato sulla realizzazione di veri e propri distretti logistici che localizzino competenze e forniscano sofisticati servizi materiali ed immateriali sia all'imprenditoria locale sia a quella esterna.
A fronte di questa moderna visione il ruolo svolto dalla dotazione di infrastrutture di trasporto nella crescita della Sicilia costituisce da sempre una riflessione obbligata, la causa principale dello scarso sviluppo delle produzioni locali sui mercati nazionali ed esteri. In realtà non è così nel senso che se le infrastrutture sono fondamentali, altrettanto fondamentali sono i temi di realizzazione certi e rapidi, che mancano totalmente nella regione. Lo iato tra progettazione preliminare ed esecuzione materiale è enorme.

di Gherardo Fabretti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.