Skip to content

Metodologia direct costing e full costing

Metodologia direct costing VANTAGGI:
-    semplice da realizzare
-    rilevazione molto oggettiva
SVANTAGGI:
-    da una visuale parziale perché non evidenzia i costi fissi indiretti
-    ha un orizzonte temporale di breve periodo
Il metodo del direct costing è utilizzato principalmente per attività commerciali che presentano molti costi variabili (ad esempio come nel campo della moda).
Se invece c’è una prevalenza di costi indiretti (come ad esempio in una acciaieria) data dalla prevalenza di investimenti, il direct costing da un’informazione di costo molto limitata. C’è quindi bisogno di una configurazione dove il costo di prodotto comprende tutti i costi aziendali.

Configurazione a costo pieno
Si definisce a costo pieno perchè comprende tutte le componenti di costo. La metodologia relativa è quella del FULL COSTING, porta ad una configurazione di costo in cui risultano imputati al prodotto tutti gli elementi di costo dei fattori produttivi serviti ad ottenerlo.
E’ una metodologia problematica, poiché l’imputazione dei costi indiretti, che presentano una relazione mediata con l’oggetto finale di calcolo, comporta incertezza ed inevitabili elementi di soggettività.
I costi diretti vengono attribuiti al prodotto nel medesimo modo utilizzato dal direct costing.

di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.