Skip to content

Nullità della editio actionis


I vizi relativi alla editio actionis sono quelli relativi alla causa pretendi (la ragione del chiedere) e al petitum (oggetto della domanda).
L’art. 164 prescrive la nullità della citazione se è omesso o risulta assolutamente incerta la cosa oggetto della domanda (petitum) o se manca l’esposizione dei fatti (causa pretendi).
Tuttavia pare logico come una citazione da cui non si ricavi ciò che viene chiesto, non possa dare origine ad un processo. Ed inoltre, neanche la semplice costituzione del convenuto sana questo vizio. La costituzione del convenuto sana il vizio della chiamata ma non quello della richiesta in quanto il convenuto non saprebbe come difendersi davanti ad una richiesta incerta. Quindi occorre una integrazione della domanda. Tale integrazione è ordinata dal giudice all’attore il quale deve effettuarla entro un termine perentorio pena la chiusura del processo. Così, se il convenuto non si costituisce, il giudice ordinerà la rinnovazione della citazione; se si costituisce fisserà solo il termine per integrare la domanda.
La tempestiva rinnovazione della citazione e la soddisfacente integrazione della domanda daranno luogo a sanatoria della nullità della citazione. Nel caso di rinnovazione della citazione, occorrerà che l’attore rifissi la nuova data dell’udienza; se il convenuto si è già costituito, il giudice fissa direttamente la nuova udienza che sarà considerata di “prima comparizione”. Così il convenuto dovrà ricostituirsi; se si è già ricostituito potrà, entro 20 gg da tale udienza, chiamare in causa terzi o proporre nuove eccezioni.
A differenza della nullità riguardante la chiamata (vocatio), qui la sanatoria è irretroattiva (ha efficacia ex nunc) in quanto non incide sui diritti riguardanti periodi anteriori alla rinnovazione o alla integrazione.
Tratto da PROCEDURA CIVILE di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.