Skip to content

Indagini preliminari, processo e sentenza:

Questi riassunti sintetizzano gli argomenti trattati in tre manuali: "Delitti contro il patrimonio" e "Delitti contro la persona" di F. Mantovani, più "Manuale per lo studio della parte speciale del diritto penale" di G. Flora. In sintesi vengono affrontati i temi inerenti ai provvedimenti cautelari e alle misure coercitive dell'indagato; agli atti compiuti dalla polizia giudiziaria e da altri soggetti preposti quali perquisizioni, identificazione, indagini. Si passa poi ad approfondire i momenti, gli atti e i soggetti attinenti allo svolgimento del processo penale: atti preliminari, lista dei testimoni, prove, caratteri dell'udienza, dell'imputato, del difensore e del giudice. Infine si riassumono le principali nozioni attinenti alla decisione finale del giudice: caratteristiche della sentenza, giudizio abbreviato, patteggiamento, impugnazioni, ricorsi.

Indice dei contenuti:

1. La definizione di provvedimento cautelare 2. Caratteristiche delle misure cautelari 3. I tipi di misure cautelari 4. Misure personali coercitive 5. Misure personali interdittive 6. Applicazione provvisoria di misure di sicurezza 7. Misure cautelari personali e sistema processuale 8. La riserva di legge e di giurisdizione sulle misure cautelari 9. Condizioni generali di applicabilità delle misure cautelari: gravità del delitto 10. Condizioni generali di applicabilità delle misure cautelari: punibilità in concreto 11. Condizioni generali di applicabilità delle misure cautelari: gravi indizi 12. Esigenze cautelari 13. Criteri di scelta delle misure con ordinanza: principio di adeguatezza e di proporzionalità 14. Criteri di scelta delle misure con ordinanza: principio di gradualità 15. L’applicazione delle misure cautelari personali 16. Applicazione delle misure cautelari personali: la richiesta del Pubblico Ministero e la decisione del giudice 17. Applicazione delle misure cautelari personali: l’interrogatorio di garanzia 18. Le impugnazioni contro le misure cautelari personali 19. Impugnazioni contro le misure cautelari personali: appello 20. Impugnazioni contro le misure cautelari personali: Riesame 21. Impugnazioni contro le misure cautelari personali: ricorso per Cassazione 22. La riparazione per l’ingiusta custodia cautelare 23. Le misure cautelari reali 24. Misure cautelari reali: sequestro conservativo 25. Misure cautelari reali: sequestro preventivo 26. Le condizioni di procedibilità nel processo penale 27. Il segreto investigativo ed il divieto di pubblicazione degli atti 28. Gli atti conoscibili dall’indagato 29. Gli atti segreti nel processo penale 30. Il divieto di pubblicazione degli atti segreti nel processo penale 31. La regolamentazione dell’attività di iniziativa della polizia giudiziaria 32. Atti della polizia giudiziaria senza poteri coercitivi: sommarie informazioni dall’indagato 33. Atti della polizia giudiziaria senza poteri coercitivi: sommarie informazioni da persone informate 34. Atti della polizia giudiziaria senza poteri coercitivi: atti od operazioni con specifiche competenze tecniche 35. Atti della polizia giudiziaria con poteri coercitivi: identificazione dell’indagato e di altre persone 36. Atti della polizia giudiziaria con poteri coercitivi: perquisizione in caso di flagranza o evasione 37. Atti della polizia giudiziaria con poteri coercitivi: rilievi, accertamenti urgenti e sequestro 38. Il registro delle notizie di reato. L’informazione di garanzia 39. Comunicazione nel registro di iscrizione indagati 40. Gli atti compiuti personalmente o su delega del Pubblico Ministero 41. Informazioni da persone informate nel processo penale 42. Interrogatorio dell’indagato 43. Avviso di conclusione delle indagini 44. Interrogatorio di una persona imputata in un procedimento connesso o collegato 45. Accertamento tecnico nel processo penale 46. Individuazione di persone e di cose nel processo penale 47. Perquisizione, sequestro probatorio e ispezione personale 48. Definizione di arresto in flagranza ed il fermo 49. Arresto in flagranza nel processo penale 50. Fermo nel processo penale 51. La convalida dell’arresto e del fermo 52. L’incidente probatorio nel processo penale 53. I casi di incidente probatorio 54. Il procedimento in caso di incidente probatorio 55. Il diritto ad effettuare le contestazioni probatorie 56. Svolgimento dell’udienza in camera di consiglio 57. Integrazione del contraddittorio nel processo penale 58. Il termine per le indagini preliminari 59. Il termine nel procedimento contro un indagato 60. Il termine nel procedimento contro ignoti 61. L’archiviazione del procedimento penale 62. La richiesta di archiviazione nei confronti di un indagato 63. La richiesta di archiviazione perché il reato è stato commesso da persone ignote 64. La riapertura delle indagini a seguito dell’archiviazione 65. L’udienza preliminare 66. Gli adempimenti che precedono l’udienza 67. La presenza dell’imputato e del difensore nell'udienza preliminare 68. La contumacia nel processo penale 69. Lo svolgimento ordinario dell’udienza 70. Decisione definitiva giudice: Sentenza di non luogo a procedere 71. Decisione definitiva giudice: Decreto che dispone il giudizio 72. Decisione interlocutoria del giudice: Ordinanza per l’integrazione delle indagini 73. Decisione interlocutoria del giudice: Ordinanza per l’integrazione probatoria 74. Il fascicolo per il dibattimento e il fascicolo del Pubblico Ministero 75. L’impugnazione contro la sentenza di non luogo a procedere 76. La revoca della sentenza di non luogo a procedere 77. Il diritto di difendersi mediante prove 78. Il fondamento costituzionale delle indagini difensive 79. L’interesse privato che connota le indagini difensive 80. I soggetti dell’investigazione difensiva: difensore 81. I soggetti dell’investigazione difensiva: sostituto 82. I soggetti dell’investigazione difensiva: investigatore privato autorizzato 83. Soggetti legittimati a svolgere l’intervista alle persone informate dei fatti 84. L’intervista difensiva nel processo penale 85. Le modalità di intervista nel processo penale 86. L’audizione della persona che si è avvalsa della facoltà di non rispondere 87. La presentazione della documentazione difensiva 88. Le modalità di utilizzazione degli atti di investigazione difensiva 89. Il dibattimento nel processo penale 90. Gli atti preliminari al dibattimento 91. La lista dei testimoni, consulenti tecnici, periti e imputati connessi nel processo penale 92. Le funzioni eventuali della fase degli atti preliminari al dibattimento 93. Le indagini integrative 94. Il concetto di pubblicità nelle udienze 95. I poteri del presidente e dell’organo giudicante 96. La pubblicità immediata dell'udienza 97. Le riprese televisive del dibattimento 98. La contestazione dell’imputazione 99. Il principio del contraddittorio nel processo penale 100. Il principio della concentrazione nel processo penale 101. Il principio di oralità nel processo penale 102. Il principio di immediatezza nel processo penale 103. La costituzione delle parti e l’assenza dell’imputato 104. La contumacia nel processo penale 105. Le questioni preliminari 106. L’apertura del dibattimento e le richieste di prova 107. I criteri di ammissione delle prove nel processo penale 108. L'istruzione dibattimentale: l'ordine dei “casi” 109. L’ordine delle prove all’interno del singolo caso nel processo penale 110. I preliminari all’esame incrociato nel processo penale 111. L’esame incrociato nel processo penale 112. L’esame incrociato: esame diretto 113. L’esame incrociato: Controesame 114. L’esame incrociato: Riesame 115. Regole per l'esame incrociato 116. La testimonianza protetta nel processo penale 117. Le dichiarazioni rese prima del dibattimento: dal codice del 1988 alla riforma costituzionale 118. L’art. 111 cost. ed il principio del contraddittorio 119. Eccezioni al contraddittorio nel processo penale 120. Il principio generale della inutilizzabilità delle precedenti dichiarazioni nel processo penale 121. La consultazione di documenti in aiuto alla memoria nel processo penale 122. La contestazione probatoria (art. 500 c.p.p.) 123. I tipi di dichiarante distinti dal codice penale 124. Il testimone che rifiuta l’esame di una delle parti 125. La contestazione “non probatoria” nel processo penale 126. La lettura degli atti (art. 512 c.p.p.) 127. L’oggetto delle letture degli atti nel processo penale 128. Definizione di principio dispositivo e poteri di iniziativa probatoria 129. I poteri di iniziativa probatoria in dibattimento del giudice 130. L’inerzia del Pubblico Ministero e i poteri di iniziativa del giudice 131. La rinuncia alla prova nel processo penale 132. La discussione finale nel processo penale 133. Tempi della deliberazione nel processo penale 134. Modalità di deliberazione nel processo penale 135. I requisiti della sentenza nel processo penale 136. La valutazione degli elementi di prova nel processo penale 137. Completezza della motivazione nella sentenza nel processo penale 138. La sentenza di non doversi procedere nel processo penale 139. Le formule terminative nel processo penale 140. La sentenza e l'interesse dell’imputato all’assoluzione 141. La sentenza di assoluzione nel processo penale 142. Le formule di assoluzione nel processo penale 143. Mancanza, insufficienza o contraddittorietà della prova di reità 144. Le disposizioni della sentenza di proscioglimento 145. La sentenza penale di condanna 146. Le statuizioni sulle questioni civili 147. I procedimenti penali differenziati e speciali 148. La specialità dei procedimenti alternativi a quello ordinario 149. Definizione di giudizio abbreviato 150. Il giudizio abbreviato su richiesta non condizionata 151. Il giudizio abbreviato su richiesta condizionata 152. Il ruolo della parte civile nel processo penale 153. Nozione di patteggiamento nel processo penale 154. Il patteggiamento “tradizionale” nel processo penale 155. Il patteggiamento “allargato” nel processo penale 156. La disciplina comune del patteggiamento nel processo penale 157. Decisione del giudice in merito al patteggiamento 158. Gli effetti della sentenza di patteggiamento nel processo penale 159. Il giudizio immediato nel processo penale 160. Il giudizio immediato chiesto dall’imputato nel processo penale 161. Il giudizio immediato chiesto dal Pubblico Ministero 162. Il giudizio direttissimo previsto dal codice 163. Il giudizio direttissimo previsto da leggi speciali nel processo penale 164. Il procedimento per decreto nel processo penale 165. Impugnazioni ordinarie e straordinarie nel processo penale 166. Le impugnazioni nel processo penale: il principio di tassatività 167. Le impugnazioni nel processo penale: l’effetto sospensivo 168. Le impugnazioni nel processo penale: l’effetto estensivo 169. L’effetto devolutivo dell’impugnazione 170. Profilo soggettivo dell'impugnabilità nel processo penale 171. I soggetti legittimati ad impugnare la sentenza nel processo penale 172. Nozione di appello nel processo penale 173. Appello principale ed incidentale nel processo penale 174. Regime di appellabilità nel processo penale: legge 46/2006 175. La non appellabilità delle sentenze: legge 46/2006 176. Appellabilità della parte civile nel processo penale 177. Impugnazione delle pronunce su più reati nella sentenza 178. La cognizione del giudice di appello nel processo penale 179. Il ragionamento giuridico del giudice di appello 180. La corte di cassazione come supremo organo giurisdizionale 181. I motivi del ricorso per cassazione nel processo penale 182. Ricorso per cassazione: mancata assunzione di una prova contraria decisiva 183. Ricorso per cassazione: mancanza, illogicità o contraddittorietà della motivazione 184. Inammissibilità del ricorso in Cassazione 185. Cognizione e ragionamento giuridico della corte di cassazione 186. Nozione di revisione nel processo penale 187. Errore di fatto ed errore di diritto nel processo penale 188. I casi di revisione nel processo penale 189. L’irrevocabilità del giudicato penale 190. L’esecutività del giudicato penale 191. Il giudicato nel processo penale 192. I limiti dell’efficacia preclusiva della sentenza di condanna 193. Il giudicato penale in relazione ad altri processi penali 194. La sentenza penale irrevocabile ed il processo per il risarcimento cagionato dal reato 195. L’esercizio tempestivo dell’azione di danno e la separazione delle giurisdizioni 196. Efficacia della sentenza penale di condanna nel giudizio civile o amministrativo di danno 197. Efficacia della sentenza penale di assoluzione nel giudizio civile o amministrativo di danno

 

Dettagli dei contenuti:

  • Autore: Stefano Civitelli
    [Visita la sua tesi: "Danni da mobbing e tutela della persona"]
  • Università: Università degli Studi di Firenze
  • Facoltà: Giurisprudenza
  • Esame: Diritto Penale II, a.a. 2007/2008
  • Titolo del libro: "Delitti contro il patrimonio", "Delitti contro la persona", "Manuale per lo studio della parte speciale del diritto penale"

Per approfondire questo argomento:

Altri appunti correlati:

Valuta questo appunto:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.