Skip to content

Il concetto di libertà nel neoliberalismo

Tra le quattro libertà cardinali di Roosevelt vi era la libertà dal bisogno - per Marx il "regno della libertà comincia solo laddove cessa il lavoro determinato dalla necessità e dalla finalità esterna: questi concetti contrastano molto con l'idea di libertà di Bush. Nel neoliberismo il concetto di libertà è degradato alla mera libertà d'impresa. Stanno emergendo diverse culture di opposizione che respingono l'etica di mercato e le pratiche neoliberiste. Del movimento fanno parte anche varianti religiose e anche molti settori delle religioni organizzate (evangelici, wahabiti) si oppongono al neoliberismo. Vi sono poi movimenti sociali (movimento zapatista) e segni di malcontento emergono anche dagli stessi circoli politici del potere (Stiglitz, Sachs, Krugman). Ma obiettivi quali lo sradicamento della povertà e dell'analfabetismo non possono essere raggiunti senza mettere in discussione le basi di potere fondamentali su cui è stato costruito il neoliberismo, la ricerca di alternative deve spostarsi al di fuori delle strutture di riferimento definite dal potere di classe e dalle etiche di mercato. 
Tratto da BREVE STORIA DEL NEOLIBERISMO di Giulia Dakli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.