Skip to content

Procedure di individualizzazione e sostegno educativo

metodologia delle classi eterogenee: scuola chiamata a moltiplicare le occasioni individualizzate di percorsi di apprendimento per favorire gli allievi che accusano problemi del rendimento; pratica dei gruppi di liv (gruppi di allievi omogenei per rendimento cognitivo), mira contemporaneamente all’apprendimento e socializzazione, nega il postulato dell’insegnamento contestuale e simultaneo per tutti gli allievi (differenziare i percorsi non è discriminazione), ma si tratta di gruppi temporanei di liv (gli allievi hanno sempre la possibilità di scivolare da un gruppo all’altro).
Mastery learing (apprendimento per padronanza): modello indiscusso delle procedure individualizzate che pone attenzione ai liv e t di ciascuno a ai dispositivi di recupero per gli allievi che accusano ritardi. Catena procedurale del Mastery Learning:
-    suddivisione materia in UD
-    determinazione obiettivi specifici
-    scelta della strategia individuale
-    divisione UD in sottounità
-    suddivisione allievi in gruppi ad ognuno dei quali è distribuito un fascicolo di studio
-    aggregazione allievi per gruppi di liv eterogenei o misti
-    somministrazione del fascicolo ad ogni allievo che affronta i contenuti della 1° sottounità
-    valutazione formativa delle conoscenze acquisite per cogliere lacune e contenuti non appresi
-    registrare conoscenze degli allievi
-    verifica finale che raccoglie tutti gli obiettivi cognitivi

di Antonella Bastone
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.