Skip to content

Il controllo di gestione dei soci nella s.r.l.

Nella s.r.l. il controllo della gestione è, in prima battuta, affidato ai singoli soci, coerentemente con il loro rilievo nella struttura della società.
Particolarmente efficace e incisiva è la regola per cui i soci che non partecipano all’amministrazione hanno diritto di avere dagli amministratori notizia sullo svolgimento degli affari sociali.
Con la riforma, nella s.r.l. è scomparso il controllo giudiziario: ciò pone l’esigenza di assicurare al controllo privato strumenti efficienti di conoscenza e indagine.
Contro il possibile abuso del diritto di controllo, la società può invocare i principi generali sull’eccezione di dolo per inibire o limitare pretese volte al solo fine di esercitare non lecite pressioni.
Inoltre, per ridurre pericoli di divulgazione di segreti aziendali, l’atto costitutivo può prevedere il divieto di concorrenza a carico dei soci.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.