Skip to content

Differenze sessuali e personalità


La differenziazione del sesso biologico inizia al momento del concepimento ed è determinata dalla 23° coppia dei 46 cromosomi contenuti in ogni cellula. Gli ormoni svolgono un ruolo molto importante nello sviluppo del cervello. Durante la pubertà, gli ormoni contribuiscono a un’ulteriore differenziazione sessuale nella morfologia e nella fisiologia, conducendo allo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie.
Le differenze sessuali ormonali sono coinvolte anche nelle differenze maschio-femmina relative alle prestazioni intellettive. Dalla ricerca sulle prestazioni intellettive e cognitive sono emerse poche differenze sessuali in relazione al QI o all’uso di complesse abilità cognitive.
Tuttavia, sono state riscontrate delle differenze nelle prove relative a particolari abilità cognitive. Gli uomini ottengono spesso punteggi più elevati nei test di abilità spaziale e matematica, mentre le donne ottengono punteggi più elevati in alcuni compiti verbali.
La psicologia evoluzionista sostiene che la mente è costituita da un ampio numero di moduli o organi mentali, ognuno dei quali si è evoluto tramite i meccanismi della selezione naturale per risolvere uno specifico problema legato all’adattamento.
Ogni modulo è un sistema computazionale adattivo, cioè un insieme di procedure che, nel corso dell’evoluzione, si sono dimostrate in grado di promuovere la sopravvivenza e la riproduzione mediante la risoluzione di un particolare problema adattivo.
Tratto da PERSONALITÀ. DETERMINANTI, DINAMICHE E POTENZIALITÀ di Paola Alessandra Consoli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.