Skip to content

Il Codice Etico per la pratica professionale dell’Internal Audit

Definisce i principi che devono esprimere i comportamenti individuali e delle organizzazioni nell’attività di internal audit. Si compone di quattro caratteristiche:
1. INTEGRITÀ MORALE : non scendere a compromessi;
2. OBIETTIVITÀ : perché è un’attività frequentemente esposta ad un’analisi critica. Obiettività vuol dire anche essere in grado di fare certe cose, quindi di avere delle competenze. È importante dichiarare se non si hanno delle conoscenze.
3. RISERVATEZZA : l’internal audit entra negli ambiti più specifici dell’organizzazione e l’organizzazione a sua volta deve essere aperta a fornire tutte le informazioni utili e lo si fa grazie al fatto che l’internal auditor è tenuto ad una riservatezza assoluta.
4. COMPETENZA : non significa essere capaci di applicare le tecniche di internal audit, ma significa comprendere il business di cui ci stiamo occupando.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.