Skip to content

Informazioni e processi di apprendimento nei modelli Walrasiani e non walrasiani: le posizioni di Lucas, Hahn e Benassy a confronto

(critiche alla New Classical School)
Benché la teoria di Lucas abbia trovato larga diffusione, essa ha incontrato numerose critiche da parte di altri teorici. Secondo Lucas:
“in economia modellizziamo un individuo come un insieme di regole decisionali e un insieme di preferenze per valutare le conseguenze che derivano da particolari combinazioni situazione-azione; tali regole sono continuamente analizzate, riviste e collaudate confrontandole con l’esperienza, e le regole che producono conseguenze desiderabili sostituiscono quelle che non hanno i medesimi effetti. Si considera l’economia politica come lo studio delle regole decisionali che rappresentano stati stazionari (steady state) di un qualche processo adattivo le quali non vengono più riviste e modificate con l’accumularsi di nuove esperienze.”

Le critiche riguardano:
1. l’assunzione secondo cui i soggetti sono in grado di formulare previsioni perfette su eventi futuri
2. l’ipotesi che i processi di apprendimento che portano i soggetti alle decisioni non vengano modificati dalle esperienze via via acquisite dai soggetti
Hahn ad es. si pone in contrapposizione con i teorici della NCS, sostenendo che il sistema economico non può raggiungere un equilibrio di tipo istantaneo (istantaneous market clearing – equilibrio in un’unica soluzione), così come formulato da loro, ma di tipo sequenziale che può essere assicurato soltanto se si assume che le regole decisionali degli agenti siano di continuo modificate nel passaggio da un equilibrio a un altro.
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.