Skip to content

Gli standard internazionali per la pratica professionale dell’Internal Audit

Sono di tre tipi: - STANDARD DI CONNOTAZIONE (ATTRIBUTE) : definiscono le caratteristiche, le competenze e i requisiti dell’attività di Internal Audit;
- STANDARD DI PRESTAZIONE (PERFORMANCE) : definiscono alcuni principi di svolgimento dell’attività di Internal Audit
- STANDARD APPLICATIVI (IMPLIMENTATION)
1XXX - STANDARD DI CONNOTAZIONE
Ci deve essere un trasferimento di autorità dal vertice aziendale all’internal auditor. Lo standard di connotazione interviene nei seguenti ambiti:
1000     FINALITÀ AUTORITÀ, RESPONSABILITÀ
1100     INDIPENDENZA E OBIETTIVITÀ
1200     COMPETENZA E DILIGENZA PROFESSIONALE
1300     QUALITY ASSURANCE E PROGRAMMI DI MIGLIORAMENTO
2XXX - STANDARD DI PRESTAZIONE
Regolano l’esercizio della società. Ha diverse attività:
2000     GESTIONE DELL’ATTIVITÀ
2100     NATURA DELL’ATTIVITÀ
2200     PIANIFICAZIONE DELL’INCARICO
2300     REGOLE DI ESECUZIONE DEL’INCARICO
2400     COMUNICAZIONE DEI RISULTATI
2500     MONITORAGGIO AZIONI CORRETTIVE
2600     ACCETTAZIONE DEL RISCHIO : l’internal auditor si occupa del rischio aziendale e nella gestione dell’impresa ci deve essere un livello di accettazione del rischio. Il rischio non viene eliminato, ma accettato e questo fa si che diventa la guida di tutte le attività d’impresa. Quindi l’internal auditor deve conoscere i rischi, l’attitudine della società verso i rischi e se l’impostazione di accettazione del rischio è applicata correttamente da tutti gli ambiti aziendali.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.