Skip to content

Variazioni finanziarie e variazioni economiche

Il metodo della Partita doppia applicato alla tenuta della contabilità basata sul sistema del patrimonio e del risultato economico si avvale delle seguenti regole:
a) si rilevano solo i fatti esterni di gestione, cioè quelle operazioni che derivano da scambi con terzi e che originano una o più variazione finanziaria;
b) ogni operazione è esaminata nell'aspetto finanziario e nell'aspetto economico; se si hanno più variazioni di segno opposto che si compensano tra loro (permutazioni finanziarie) non vi sono variazioni economiche da rilevare, le variazioni finanziarie che non si compensano tra loro misurano le variazioni economiche;
c) le operazioni aziendali vengono rilevate nel momento in cui si manifestano le variazioni finanziarie, cioè nel momento in cui si hanno entrate o uscite di cassa, aumenti o diminuzioni di crediti e di debiti; ad esempio l'acquisto di una merce non si registra quando la merce entra in magazzino, ma quando si riceve la fattura e sorge il debito da pagare al fornitore;
d) ogni operazione viene rilevata in Dare di uno o più conti e in Avere di uno o più conti in modo che il totale degli addebitamenti sia sempre uguale al totale degli accreditamenti,
e) le registrazioni vengono effettuate in due serie di conti (conti finanziari e conti economici) coordinati a sistema, che funzionano in modo antitetico.

Tratto da RAGIONERIA di Vera Albanese
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Finanza d'azienda

Appunti utili per l'esame di Finanza aziendale - dicembre 2011. I temi trattati sono: investimenti, Indici di bilancio, finanziamento a m/l termine, Riclassificazioni di bilancio, pianificazione finanziaria