Skip to content

La base imponibile


La misura del debito d’imposta risulta dall’applicazione del tasso d’imposta fissato dalla legge, ad una grandezza, denominata base imponibile. Non bisogna confondere presupposto e base imponibile, anche quando lo stesso evento viene assunto dalla legge sia come presupposto, sia come base imponibile. Concettualmente, presupposto è ciò che provoca l’applicabilità di un tributo; base imponibile ciò che ne determina la misura. Può darsi peraltro identificazione o sovrapposizione di concetti; il reddito, ad esempio, è al tempo stesso presupposto e base imponibile.
La base imponibile è costituita solitamente da una grandezza monetaria: l’ammontare del reddito, il valore di un bene, un corrispettivo contrattuale.
Se gli elementi della base imponibile non sono entità monetaria, ma beni o servizi, sarà necessario quantificarne il valore in moneta.
A tal proposito, il legislatore non si limita a stabilire quale sia la base imponibile di un tributo ma detta anche norme che fissano la composizione della base imponibile ed i criteri di valutazione.
Tratto da DIRITTO TRIBUTARIO di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro