Skip to content

La nota integrativa e la relazione sulla gestione


La nota integrativa è il documento nel quale vanno forniti chiarimenti, spiegazioni e integrazioni rispetto ai dati numerici contenuti nello stato patrimoniale e nel conto economico.
In sintesi, sono prescritti dettagli e chiarimenti sull’evoluzione della situazione patrimoniale e finanziaria, sul risultato dell’esercizio e le sue componenti, su dipendenti, amministratori e sindaci, sugli strumenti finanziari emessi e i finanziamenti ricevuti dai soci e sui patrimoni destinati.
Documento distinto che non fa parte del bilancio, ma vi è allegato, è la relazione sulla gestione predisposta dagli amministratori.
In essa l’organo amministrativo deve esporre un’analisi fedele, equilibrata ed esauriente della situazione della società e dell’andamento e del risultato della gestione, nonché una descrizione dei principali rischi e incertezze cui la società è esposta.
Anche per la relazione la legge prevede un contenuto minimo giacché da essa devono comunque risultare:
- le attività di ricerca e di sviluppo;
- i rapporti con le imprese del gruppo;
- i dati sulle azioni proprie;
- i dati sulle azioni o quote delle controllanti possedute dalla società e la loro evoluzione nel corso dell’esercizio;
- i fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio;
- l’evoluzione prevedibile della gestione.
- alcune informazioni relative ai rischi connessi agli strumenti finanziari posseduti.
Tratto da DIRITTO COMMERCIALE di Stefano Civitelli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.