Skip to content

I soggetti passivi: contribuente e domicilio fiscale

Il termine contribuente è utilizzato e tecnicizzato dalle leggi tributarie che lo usano per indicare il debitore dell’imposta, o meglio, il soggetto passivo di obblighi verso il fisco. Ogni contribuente ha il domicilio fiscale in un Comune dello Stato. Il concetto di domicilio fiscale si distingue dal concetto di residenza fiscale che è una nozione di diritto sostanziale che determina la tassazione in Italia della totalità dei redditi, anche se prodotti all’estero.
Al contrario il domicilio fiscale è una nozione di diritto formale che è regolato ai fini reddituali. Quello dei residenti è nel comune dell’anagrafe in cui sono iscritti; per le società è nel comune in cui hanno la sede legale; i non residenti sono domiciliati nel comune in cui è prodotto il reddito.
La determinazione del domicilio fiscale di un contribuente è necessaria ai fini dell’individuazione dell’ufficio che deve controllarne la posizione fiscale.
di Alessandro Remigio
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.