Skip to content

Immobilizzazione tecniche materiali: definizione

Immobilizzazione tecniche materiali: definizione

Il PC n. 16 definisce le immobilizzazioni tecniche come beni caratterizzati da:
- USO DUREVOLE, quindi comuni a più esercizi (che nel loro complesso ne costituiscono vita utile economica)
- costituenti parte dell’ORGANIZZAZIONE PERMANENTE delle imprese mercantili e industriali. Deve esserci una durevole destinazione all’organizzazione.
- DESTINATI ad essere utilizzati come strumento di produzione del reddito della gestione tipica o caratteristica, quindi non destinati alla vendita e/o trasformazione.
- REALIZZAZIONE INDIRETTA mediante i ricavi di vendita conseguibili durante la vita utile del bene. Concorrono alla formazione del risultato dei singoli periodi solo per la parte di competenza (mediante il processo di ammortamento). Le immobilizzazioni tecniche sono un fattore produttivo pluriennale, quindi concorrono alla formazione di ricavi di più anni. Trovano realizzazione indiretta mediante i ricavi delle vendite, ovvero i ricavi delle vendite sono resi possibili anche grazie a queste immobilizzazioni, anno per anno. Quindi per il principio di competenza i ricavi generano costi per gli stessi anni che valgono loro. I costi periodici delle immobilizzazioni si chiamano ammortamento
In particolare, le immobilizzazioni tecniche materiali sono caratterizzate da sussistenza fisica del bene (tangibilità).
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

International Accounting -corso progredito

Appunti di International Accounting che approfondiscono quelli relativi al corso base. Più nel dettaglio viene presa in considerazione la descrizione puntuale con numerosi esempi dei capisaldi della materia, in particolare IAS e IFSR.