Skip to content

Il metodo della Partita Doppia applicato al sistema del Capitale e del Risultato economico

Il metodo della Partita Doppia applicato al sistema del Capitale e del Risultato economico si basa sulle seguenti regole:      a) nel corso dell'esercizio si rilevano soltanto gli scambi monetari e creditizi tra l'impresa  e i terzi, nonché i fenomeni di permutazione finanziaria: le variazioni finanziarie sono originarie e misuratrici, mentre le variazioni economiche sono derivate e misurate;
      b) i fatti di gestione sono rilevati secondo il principio della manifestazione finanziaria documentale, cioè nel momento in cui si verifica la variazione finanziaria e nella misura di questa;
      c) ogni fatto di gestione viene esaminato secondo l'aspetto finanziario e secondo l'aspetto economico, per i quali si determinano, rispettivamente, le variazioni finanziarie e le variazioni economiche; se esso dà origine ad una compensazione esclusivamente finanziaria non vi sono variazioni economiche da rilevare;

      d) si aprono due serie di conti: i conti finanziari, per rilevare l'espressione in valore dell'aspetto finanziario, ed i conti economici, per rilevare l'espressione in valore dell'aspetto economico. Poiché le variazioni economiche possono riguardare direttamente il patrimonio netto come pure il reddito d'esercizio, i conti economici vengono scomposti in conti di patrimonio netto e conti di reddito;
      e) le due serie di conti funzionano, per convenzione, in modo antitetico, cioè contrapposto. In particolare, i conti finanziari accolgono in Dare le variazioni finanziarie positive ed in Avere le variazioni finanziarie negative. I conti economici, al contrario, accolgono in dare le variazioni economiche negative ed in Avere le variazioni economiche positive;
      f) i valori che vengono accolti nei conti devono essere espressi in un'unica moneta, detta moneta di conto;
      g) al termine dell'esercizio si sposta l'attenzione degli scambi monetari e creditizie con terze economie al calcolo del reddito d'esercizio e del connesso capitale di funzionamento.

di Vera Albanese
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.