Skip to content

Il modello di ciclo di vita proposto da Carter e McGoldrick

Tale modello è collocabile all’interno della teoria dello sviluppo famigliare e integra contributi provenienti dalla sociologia, dalla psicologia e dalla pratica psicoterapeutica.
In ogni fase almeno tre o quattro generazioni si trovano a dover cambiare simultaneamente e adattarsi alle transizioni del ciclo di vita, attraverso confronti con aspettative e bisogni diversi tra loro. L’intero sviluppo si svolge su due assi: verticale e orizzontale.
I sintomi nascono laddove si intersecano problematiche derivanti dalla storia trigenerazionale (asse verticale) con quelle che si possono incontrare durante il proprio ciclo di vita (asse orizzontale).
Secondo le autrici, il ciclo di vita della famiglia può essere suddiviso in sei stadi:

1. giovane adulto
2. nuova coppia
3. famiglia con bambini piccoli
4. famiglia con adolescenti
5. famiglia dopo che i figli sono usciti di casa
6. famiglia nell’età anziana
di Antonino Cascione
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.