Skip to content

Budget di tesoreria

+ ENTRATE - USCITE
= VARIAZIONE DI LIQUIDITÀ
Il budget finanziario serve per capire:
- BUDGET OPERATIVO : come i ricavi si trasformano in entrate e come i costi si trasformano in uscite. La differenza dà la liquidazione della gestione caratteristica.
- BUDGET DEGLI INVESTIMENTI : come gli investimenti si trasformano in uscite e come i disinvestimenti si trasformano in entrate. La differenza genera una variazione di liquidità, solitamente negativa.
La variazione di liquidità complessiva è data dalla somma della variazione di liquidità della gestione caratteristica e dalla variazione della liquidità della gestione degli investimenti.
Se questa variazione fosse negativa, per reperire denaro si dovrebbe far riferimento alla GESTIONE FINANZIARIA : nella quale rientrano strumenti come le obbligazioni, i mutui, aumento di capitale sociale (ovvero incrementi su mezzi propri).
Il budget di tesoreria può essere fatto in 2 modi:
Budget di tesoreria a sezioni contrapposte


Questo permette di diversificare se ci sono affidamenti sufficienti per capire questo piano.
- BUDGET DI TESORERIA RICLASSIFICATO

GESTIONE CARATTERISTICA
+ ENTRATE
- USCITE
= SALDO LIQUIDITÀ

GESTIONE INVESTIMENTI
+ ENTRATE
- USCITE
= SALDO LIQUIDITÀ

GESTIONE FINANZIARIA
+ ENTRATE
- USCITE
= SALDO LIQUIDITÀ

ALTRE GESTIONI
+ ENTRATE
- USCITE
= SALDO LIQUIDITÀ
La somma algebrica di tutti i saldi di liquidità delle gestioni permette di ottenere il saldo finale di liquidità. Questo permette di capire dove l’azienda produce e assorbe cassa.

FLUSSI DELLA GESTIONE CARATTERISTICA
ENTRATE - RICAVI
                                  G      F         M
RICAVI                 1000    500    500
100% a 60 gg.            
ENTRATE                                  1000
I ricavi e le entrate non hanno la stessa dinamica temporale. Solo in un caso ce l’hanno ed è nel momento in cui i clienti pagano in contanti. Tra ricavi e entrate c’è la DILAZIONE DI INCASSO che indica quanto e dopo quanto il ricavo viene incassato.
USCITE - COSTI
In questo caso bisogna valutare la DILAZIONE DI PAGAMENTO.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.