Skip to content

Il ruolo della domanda effettiva e del mercato del lavoro nella teoria keynesiana

I tre pilastri della teoria keynesiana sono: a) la funzione del consumo;
b) la funzione dell'efficienza marginale del capitale;
c) la funzione di preferenza per la liquidità.

Per i keynesiani la visione del mondo si basa su due pilastri: il principio della domanda effettiva, in cui è la domanda la variabile indipendente e determinante; e il ruolo passivo del mercato del lavoro;  ciò che vi accade è l'effetto di ciò che avviene negli altri mercati e questo può essere in disequilibrio senza ciò che turbi l'equilibrio negli altri mercati e senza che il sistema economico metta in moto forze per portarlo in equilibrio.


di Vera Albanese
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.