Skip to content

Piano di internal audit

Il piano d’internal audit è un documento che definisce l’attività di internal audit dell’anno per l’anno in corso e i successivi, è una sorta di agenda degli appuntamenti più dettagliata dell’internal auditor. La redazione deve essere molto precisa perché avendo risorse limitate devo essere sicuro di visitare per prime le aree più importanti. Un team di persone analizzano una o più aree al fine di valutare i controlli esistenti. Gli interventi sono dei progetti.
Viene approvato dal Comitato di Controllo, perché è fatto sulla base dei rischi. Se il piano non è realizzato l’auditor deve ripresentarsi al Comitato di Controllo Interno per spiegare perché non è stato attuato. L’internal auditar fa da guida all’attività di risk assessment, che coinvolge più soggetti, quindi di fatto il piano d’internal d’audit è un lavoro di squadra di tutta l’organizzazione.
Inoltre definisce le aree oggetto degli interventi secondo due criteri:
- PRIORITÀ AI RISCHI MAGGIORI : l’intervento parte innanzitutto dall’area più a rischio che risulta dall’attività di risk assessment.
- COPERTURA TEMPORALE : è il tempo che ci vuole per raggiungere l’obiettivo di tempo del piano annuale di tutta l’organizzazione. Le risorse sono scarse e vanno ottimizzate.
Tratto da TECNICA PROFESSIONALE - CORSO PROGREDITO di Valentina Minerva
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.