Skip to content

Motivazione per cui le aziende tendono alla grande dimensione

Le aziende tendono alla grande dimensione per i vantaggi economici legati alle:
ECONOMIE DI SCALA : legate alla riduzione dei costi unitari all’aumento della produzione. Questo fatto si spiega in vari aspetti:
- DI TIPO PRODUTTIVO : si producono più pezzi, ma ad esempio con un numero inferiore di operai.
- DI TIPO FINANZIARIO : se l’azienda aumenta, aumenta anche il suo peso contrattuale.
- DI TIPO COMMERCIALE : ad esempio legato alle campagne pubblicitarie
- LEGATE ALLA RICERCA E SVILUPPO : effettuabile solo dall’azienda di grande dimensioni.
- DI TIPO MANAGERIALE : i migliori manager sono attratti dalla grande azienda.
ECONOMIE DI SCOPO O SINERGIE O A RAGGIO D’AZIONE : vantaggi che certe aziende riescono ad ottenere aumentando la propria dimensione, non nel settore specifico in cui l’azienda opera, ma verso altri settori vicini, tali da permettere riduzioni di costo.
Esempi:
- un’azienda che produce macchine fotografiche, punta verso la produzione di macchine fotocopiatrici.
- Un’azienda che opera nel mondo della moda, decide di entrare nel settore dei profumi. Si ha così una sinergia legata al marchio.
ECONOMIE DI TRANSAZIONE : le economie di transazione presuppongono un’integrazione verticale, ovvero l’azienda decide di svolgere delle produzioni a monte o a valle.
Esempi:
- L’azienda decide di non vendere più ai grossisti, ma direttamente ai consumatori, si integra quindi a valle.
- L’azienda acquisisce combinazioni economiche precedenti alle sue, si integra quindi a monte.
Questa crescita dimensionale può essere attuata:
- CRESCITA ESTERNA : acquistando un’azienda già funzionante a monte o a valle.
- CRESCITA INTERNA : aumentando la struttura aziendale.
Secondo lo studioso Williamson, nel momento in cui l’azienda ha una transazione con una terza economia, deve sostenere certi costi legati al controllo della transazione stessa, costi per:
- Contratto
- Verificare qualità prodotti
- Contestazioni
Tutti questi costi vengono chiamati COSTI DI TRANSAZIONE. Se l’azienda decide invece di produrre all’interno, non deve più sostenere questi costi.
Tratto da ECONOMIA AZIENDALE, UN'INTRODUZIONE di Valentina Minerva
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Economia aziendale

Brevi appunti relativi alla materia di economia aziendale. Si danno cenni e definizioni sull'impresa e la sua gestione, sui rischi, i profitti e le perdite. Descritta la curva di Break Even.