Skip to content

L’evoluzione Storica delle Cooperative


La cooperativa nasce con la rivoluzione industriale in Inghilterra, come risposta a miseria e bisogno umano, per difendersi (mutuo-aiuto) da questa nuova era economica, un capitalismo industriale per nulla temperato.
Marx: le cooperative non potevano risolvere da sole i problemi sociali, doveva gestirle lo stato.
In Europa, 3 spinte: urbanizzazione, democratizzazione, industrializzazione.
Prima cooperazione: produttori-fornitori, senza intermediari, per ridurre i prezzi.
In Inghilterra il primo fu Owen, con forme di assistenza al proletariato. Owen fa 2 strumenti rivoluzionari: magazzini di lavoro e cooperative (per dimostrare che si può fare a meno di mercanti e fabbricanti). Propose insediamenti comunitari con fondi pubblici, ma furono bocciati dallo stato, allora ci riesce rivolgendosi a ricchi filantropi; ma così è top-down; solo più tardi nascono cooperative autonomamente. Esperienza owenista termina nel 1831 con la crisi economica.
Rochdale: 1844 nasce la cooperativa di consumo. Durò poco, ma diede il “la” al movimento cooperativo. Un voto per socio, 5% (sul capitale) di dividendi; controllo democratico; neutralità politica e religiosa. Cresce piano, poi rapidamente, per poi diminuire; dal 1846 si ampliò e acquisì anche attività di istruzione più pratica e commerciale rispetto a quella di Owen, che fu più ideologica e utopistica. Owen lascia solo i principi culturali della cooperazione (partecipazione, fiducia, collaborazione...).
Marshall: le cooperative hanno sia scopo sociale che fine economico. E' attività economica a fine mutualistico (vantaggio per i soci): + lavoro, + prodotti, - prezzo.
Prodi: è impresa che esiste per soddisfare i bisogni dei soci che la posseggono e controllano, e non per un ritorno di dividendi.
Tratto da L’ORGANIZZAZIONE NELLE COOPERATIVE di Moreno Marcucci
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Marketing e Impresa

Appunti del Corso di Marketing del Prof. Fabrizio Mosca, AA 2002/2003, Università degli Studi di Torino