Skip to content

Fattori che determinano le dimensioni del credito commerciale

Fattori esterni (settoriali e di mercato)
Consuetudini: usi che si sono istaurati, a loro volta determinati da fattori quali:
deperibilità: i beni particolarmente deperibili –es. alimenti- vengono pagati in contanti, a causa dell’elevatissimo turnover che li contraddistingue
complessità: per i beni caratterizzati da un’elevata complessità (e per questo motivo aventi bassi tassi di rotazione) si concedono dilazioni di pagamento più lunghe
Situazione competitiva: il credito commerciale costituisce parte delle variabili del marketing mix, rappresentando una componente integrante del prezzo. Crescendo la competizione, cresce generalmente anche la necessità di agire sulle leve del marketing mix.
Grado di integrazione verticale. settori caratterizzati da un’elevata integrazione verticale –e perciò da processi produttivi complessi ed estesi temporalmente- presentano un elevato valore aggiunto. Questo conduce tendenzialmente a forti scarti tra l’ammontare dei crediti concessi e quelli ottenuti.
Situazione (disponibilità) del mercato finanziario: particolari difficoltà nel reperimento di risorse (come avviene nel caso di “strette creditizie”) si rispecchiano immediatamente nella richiesta di maggiori dilazioni di pagamento e di conseguenza in un incremento dei debiti commerciali.

Fattori interni.
Età e dimensione dell’azienda. Le imprese giovani e di dimensioni minori da un lato presentano generalmente un più elevato grado di rischio rispetto alle aziende maggiori e trovano difficoltà nella negoziazione di debiti; dall’altro lato sono spesso costrette a praticare politiche di credito più permissive, in ragione della funzione promozionale che le dilazioni possono assolvere (problema di forza contrattuale).
Margini di profitto sui prodotti. La presenza di maggiori margini di profitto consente alle aziende di accordare lunghe dilazioni di pagamento: i benefici derivanti dalle maggiori vendite sono infatti tali da compensare i costi finanziari addizionali.
Fattori finanziari: per concedere dilazioni è necessario disporre dei mezzi finanziari atti a coprire il fabbisogno nascente. Tre sono i fattori che a livello finanziario possono influire sulla dimensione del credito commerciale:
Grado di liquidità
costo del capitale
condizioni finanziarie del compratore.
La politica del credito commerciale ha un impatto dimensionale sul capitale circolante e sulla composizione dell’attivo in generale diversa a seconda del settore in cui l’azienda opera.

di Alessia Chiovaro

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.