Skip to content

Differenze tra le cooperative e le altre imprese


Differenze con le altre imprese: un voto a testa, no quote sul mercato azionario, capitale variabile, porta aperta, no distribuzione riserve in liquidazione, struttura democratica, ripartizione dei risultati economici.
3 tipi di cooperative:
1) di utenti: i consumatori sono i proprietari
2) di supporto: per gestire attività comuni a livello centralizzato
3) di lavoratori: i lavoratori sono proprietari
I soci possono essere persone fisiche o giuridiche: 2 tipi di cooperative: di primo grado (soggetti individuali, fisici o giuridici) e secondo grado (cooperativa di cooperative, con cda delle seconde).
Le cooperative sono “economia sociale” perché curano anche lo sviluppo del loro territorio.
Possibili rischi: i contributi dei soci possono non bastare; il management potrebbe puntare a opportunità non a vantaggio dei soci.
Tratto da L’ORGANIZZAZIONE NELLE COOPERATIVE di Moreno Marcucci
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Marketing e Impresa

Appunti del Corso di Marketing del Prof. Fabrizio Mosca, AA 2002/2003, Università degli Studi di Torino