Skip to content

Il servizio offerto dagli intermediari finanziari

L’attività di consulenza nell’ambito della riallocazione degli assetti proprietari prevede un intervento su un doppio livello:
- di natura relazionale
- di natura tecnica

La componente relazionale ricopre un’importanza prioritaria in quest’ambito a causa della delicatezza delle operazioni coinvolte che presuppongono una modifica degli assetti proprietari dell’impresa; tale componente, oltre che relazionale, assume una valenza anche di natura psicologica e un ruolo di facilitatore nel caso in cui bisogna portare a soluzione i conflitti che sorgono in capo ai vari ceppi familiari e/o alle diverse famiglie dei fondatori.
Nel modello di governance che si è sviluppato nell’impresa familiare italiana è solitamente il commercialista che svolge un ruolo di rappresentante della famiglia nell’individuazione dei soggetti utili per l‘organizzazione dell’operazione e nella gestione dei contatti con essi; quindi risulta molto difficile che un intermediario finanziario, per esempio la banca, possa essere consulente relazionale dell’impresa poiché non ha con essa quel rapporto privilegiato che al contrario il commercialista intrattiene. Vi sono comunque degli spazi nella moderna attività bancaria dove gli intermediari possono porsi come alternativa al commercialista anche nell’ambito della consulenza finanziaria agli assetti proprietari.
Tratto da CORPORATE E INVESTMENT BANKING di Alessandra Depaola
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.