Skip to content

Le garanzie generali in un’operazione di project finance

Per garantirsi ulteriormente il rimborso delle somme prestate, i finanziatori richiedono garanzie anche allo Special Purpose Vehicle. Queste garanzie rappresentano una forma di ulteriore responsabilizzazione della condotta della società progetto, spesso si sostanziano in limitazioni al comportamento della società veicolo e sono identiche alle garanzie che una normale impresa in funzionamento presta ai propri finanziatori. In genere vengono richieste:
• l’ipoteca sull’impianto
• il pegno sulle azioni della società progetto
• i covenants, cioè gli obblighi di fare o non fare a carico dello Special Purpose Vehicle

a. Garanzie reali
Le garanzie reali richieste dalle banche alla società veicolo sono rappresentate dall’ipoteca sulle strutture impiantistiche e sugli immobili e dal pegno sulle azioni della società veicolo. In Italia l’art 2744 C.c. (Divieto del patto commissorio) impedisce al creditore di diventare direttamente proprietario dei beni su cui è stato costituito il pegno (cioè delle azioni della società progetto) o l’ipoteca. Nel credit agreement, inoltre, è sempre presente il cosiddetto assignment (cessione). Tale istituto consente di mantenere la titolarità dei contratti in capo alle controparti originarie ma di imputarne gli effetti ai beneficiari dell’assignment stesso, cioè agli istituti finanziatori. L’assignment si estende a ogni possibile beneficio: gli indennizzi assicurativi, il diritto di concessione, i contratti stipulati con i compratori e con i venditori. Questa pattuizione presenta un’efficacia maggiore del pegno e dell’ipoteca per le banche proprio perché nel project finance le garanzie contrattuali sono più rilevanti delle garanzie reali.

b. Covenants
Sono restrizioni al comportamento dello SPV e si distinguono in positive, negative e financial. I positive covenants rappresentano obblighi di fare: permettere accessi e ispezioni, versare i fondi presso il conto dell’agent bank, fornire la documentazione quando richiesta. I negative covenants rappresentano obblighi di non fare: limitazioni alla distribuzione di dividendi o ai disinvestimenti, divieto di concedere a terzi estranei ai finanziatori garanzie dotate del medesimo livello enforceability. I financial covenants, infine, impongono allo SPV alcuni obblighi di natura finanziaria: livello massimo del rapporto debiti/mezzi propri, stand-by equità agreements (es. i cover ratios).
Tratto da CORPORATE E INVESTMENT BANKING di Alessandra Depaola
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.