Skip to content

L’esposizione e la qualità della luce


Controluce quando il soggetto da riprendere non è esposto in maniera corretta cioè la sua esposizione corretta prevedrebbe che la luce sia di fronte a lui per rendere visibile e leggibile il suo volto.
Ogni telecamera ha un Iris, cioè una pupilla che può essere allargata o ristretta in base alla quantità di luce presente nel luogo dove stiamo riprendendo.

Con l’inquadratura corretta ci poniamo il problema della natura della luce che deve essere non troppo dura, per non fare ombre la luce deve essere ammorbidita, cioè fra la lampada e il soggetto da illuminare si frappongono dei frost. Con la luce radente si creano delle ombre. La luce diretta e radente è molto violenta. Col frost ammorbidisco il raggio luminoso e attenuo la luce sul corpo da illuminare, e non si creano ombre.
Un altro modo di attenuare il raggio è quello di riflettere la luce, posso usare il muro con un angolo di incidenza o con un corpo riflettente

Tratto da CRITICA DEL CINEMA di Nunzia Marullo
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.