Skip to content

Ragione in Hobbes



per Hobbes la ragione si riduce ad una forma di calcolo e più precisamente ad addizione e sottrazione. Queste operazioni si applicano anche in campo logico: una proposizione non è che una somma di termini. Il ragionamento stabilisce allora sempre un rapporto causale e dunque la filosofia sarà una scienza delle cause generatrici. Soltanto conoscendo la genesi di una determinata cosa potrò conoscere la sua natura. Ciò che allora può essere conosciuto sono solo i corpi (la teologia nonostante Hobbes riconosca Dio come un essere corporeo è tagliata fuori dal momento che Dio è ingenerato). La filosofia allora si dividerà in filosofia naturale e filosofia politica.
Tratto da FILOSOFI DELL'ETÀ MODERNA di Carlo Cilia
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: