Skip to content

Funzioni del gruppo terapeutico omogeneo in sanità


L’omogeneità è data da una diagnosi comune, da un obiettivo specifico da conseguire, dalla competenza del gruppo curante. Le funzioni dell’omogeneità: il contenitore, il mediatore, il rispecchiamento.
Il gruppo omogeneo (GO) è adatto in diverse contesti, è delimitato nella durata e nella finalità. Risponde alle esigenze di produttività economica, facilita la restituzione dei malati alla famiglia e alla società, libera l’istituzione dai compiti riabilitativi e dal gravame della cronicità; nel campo della formazione sostiene il personale sanitario e riduce il burn out.
Il GO risponde ai bisogni di un’organizzazione sanitaria, all’interno di un campo istituzionale, mai uguale a se stesso e al cui interno lavora il gruppo equipe. L’evento della nascita di un gruppo sta alla base della sua vita futura e la sua evoluzione è alimentata dalla tradizione.
Tratto da GRUPPI OMOGENEI di Paola Alessandra Consoli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: