Skip to content

Kaes e il gruppo omogeneo


Kaes ha descritto la situazione omomorfia-isomorfica come un processo che aiuta la spinta evolutiva e di individuazione: il gruppo omogeneo senza limite temporale conduce ad un processo di individuazione e, lentamente, l’omogeneità sarà meno coinvolgente. L’omogeneità è una matrice cui è possibile fare ritorno nelle situazioni di turbolenza e ostacolo. Ognuno ha un ruolo nel gruppo: il portasogno, ad esempio, ha un’investitura concreta e compatta da parte di tutti. La scena modello, ricordo identico per tutti i membri, ha un importante ruolo di omogeneità.

Tratto da GRUPPI OMOGENEI di Paola Alessandra Consoli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: