Skip to content

Snobbismo e parametri “bianchi”



In una società in cui la multiculturalità chiede piena affermazione è importante che si parli e ci si informi su cosa poter trovare in tali contesti mix di culture.
Molti comportamenti sono viziati da forme di snobbismo, che sono forme di dominanza. Indicativi sono anche i luoghi comuni che sono forme più o meno inconsapevoli per assegnare a ognuno i ruolo che merita sulla base dei parametri bianchi della società. 
A questi ultimi si affiancano i dati di fatto (arretratezza ad es.) tali sono inconfutabili non permettono incidenza, sfruttando un immaginario che non permette tendenze allo sviluppo. Ultimo elemento di riflessione sono i fatti apparentemente casuali quelli che escludono forse dimenticanze o omissioni che appartengono però ad un inconscio tentativo di evidenziare nella persona più debole qual è il suo posto nella società.

Il razzismo si ricordi che è un sistema multidimensionale che ha più livelli di oppressione e che consente al gruppo dominante di trovare sempre un capro espiatorio nell’altrui etnie usa la debolezza per mantenersi avvantaggiato. Vivere nel mix di culture significa sperimentare un contesto interculturale asimmetrico come esperienza formativa. Tale può insegnare a vivere lo svantaggio di situazioni che sembrano insuperabili e intollerabili, a confrontarsi coni conflitti del mondo, a ragionare con elementi tra loro inconciliabili e a smarrire la propria identità per entrare nelle altrui. Tale è un percorso di approfondimento positivo. Mettersi nei panni dell’altro, indagare sulla propria identità, sulle altre, trovando punti di contatto. Restare radicati nella propria identità pone il rischio della caduta anche alla sola antipatia razziale (generato dal disprezzo verso le altre culture diverse). È bene che lo si eviti. Volendo l’intercultura vuole prevenire.
L’intercultura deve fornire occasioni di incontro e conoscenza con l’altro.

L’aggettivo popolare è stato usato in riferimento alla frangia incolta e ignorante di una popolazione, esso nella stratificazione sociale e politica ha definito il ruolo di subalterno che richiama l’idea di un substrato o sottoinsieme della popolazione che sta al di sotto di certi standard, così come detti dalla cultura ufficiale.
Per estirpare ignoranze ed arretratezza l’alfabetizzazione ha trasmesso il convincimento che la cultura sia sistema organico di conoscenze superiori, così l’ideologia dell’acculturazione in appoggio al potere dominante ha fatto si che i gruppi umani incolti abbiano accettato volontariamente la loro sottomissione al modello dominante. Questa cultura superiore va a fondare delle differenze e a rafforzare il pregiudizio verso talune realtà culturali considerati inferiori, ha rafforzato l’ideologia del prestigio culturale che è stato il principale strumento per fondare l’autorità culturale in termini di modello dominante.
Tratto da INTERCULTURA. PAIDEIA PER UNA NUOVA ERA di Marianna Tesoriero
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.