Skip to content

Tono di voce nella comunicazione interpersonale

TONO DI VOCE NELLA COMUNICAZIONE INTERPERSONALE


Nella comunicazione interpersonale ciascuno si racconta nella relazione con l’altro → il processo comunicativo non è mai completamente sotto il controllo di uno solo, bensì di entrambe le parti
Scegliendo un modo di comunicare esprimiamo noi stessi, come siamo e come intendiamo essere nella relazione, definendo quindi l’ambito entro il quale l’altro può liberamente operare scelte con cui esprime se stesso nel suo modo di comunicare
Ciascuna nostra scelta di comunicazione è un vincolo a partire dal quale l’altro è libero di fare la sua scelta
Le comunicazioni interpersonali possono distinguersi in:
• Giochi finiti → si giocano secondo regole e ruoli; devono essere vinti sempre con un atto ultimo che stabilisce il vincitore al di là di ogni possibilità di contestazione
• Giochi infiniti → le regole cambiano nel corso del gioco; i giocatori si mantengono vulnerabili
Si possono giocare giochi finiti all’interno di un gioco infinito, ma non è possibile il contrario
Giocare solo giochi finiti significa rinunciare al comunicare come fatto connesso con l’esistere, quindi rinunciare ad ogni forma di intimità
Tratto da LINGUAGGI DELLA COMUNICAZIONE di Fabio Merenda
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: