Skip to content

Elenco appunti facoltà di non classificati

La vertigine del doppio. Vertigo tra fantasmi e simboli

Esame di “Semiotica del testo cinematografico e audiovisivo” (prof. Guglielmo Pescatore). Corso di Laurea Specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale, Università di Bologna, A.A. 2007-2008.

Autore: Laura Righi
Università: Università degli Studi di Bologna
Esame: Semiotica del testo cinematografico e audiovisivo
Docente: Guglielmo Pescatore

Valutare l'impatto turistico: il caso della Sardegna

Questi appunti hanno lo scopo di valutare non solo l'importanza del turismo in Sardegna, ma anche di comprendere quale impatto lo sfruttamento turistico ha sul territorio. Si definisce inizialmente il rapporto tra il turismo e la crescita, sottolineandone gli impatti economici. Si passa poi ad analizzare la tipologia del turismo in Sardegna, basandosi su dati ISTAT: l'offerta, l'accoglienza, il potenziale ricettivo, le caratteristiche della domanda. L'analisi viene poi connessa alle conseguenza sul valore aggiunto e sull'occupazione regionale, sottolineando il valore di importante motore economico del turismo sardo. Infine si prendono in esame gli indicatori di carrying capacity, che permettono di definire la soglia minima di visitatori che possono essere ospitati senza modificare in maniera irreversibile il territorio e la qualità dell'esperienza turistica. Tener conto, nell'offerta turistica, anche di questa valutazione permette di intervenire tempestivamente per evitare situazioni di degrado. Si conclude con un'indagine di carying capacity su alcuni comuni sardi.

Autore: Elisabetta Pintus
Esame: Economia del turismo, 2010/2011
Docente: Roberto Cotti

Il cinema italiano tra gli anni '60 e '70

Appunti sulla dispensa di Storia del cinema italiano incentrata sul rapporto tra il cinema e i cambiamenti della società negli anni '60. Il boom economico e i movimenti del '68 cambiano il volto del pubblico e i registi devono capire quale voce dare alle proprie produzioni. Il rinnovamento del discorso filmico con "L'avventura" e "La Dolce Vita". CI si sofferma poi sul cinema di Ermanno Olmi, di Monicelli e sul principale genere del cinema made in Italy del periodo, lo spaghetti western, declinato da Sergio Leone, Corbucci, Sollima. Infine si tratteggia il passaggio di tematica che i film italiani affrontano dalla commedia italiana alla commedia all'italiana.

Autore: Asia Marta Muci
Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
Esame: Storia del cinema italiano
Docente: Gianni Canova

Responsabilità dei media

Appunti del corso, sulla qualità e la responsabilità dei media nella società.

Autore: Marco Cappuccini
Esame: Qualità e responsabilità sociale dei media
Docente: Prof. Stephan Russ Mohl

Itinerario nell’arte

Appunti sul testo "Itinerario nell’arte" di Giorgio Cricco e Francesco P. Di Teodoro, preso in esame per le lezioni di Roberto Coroneo, A.A. 2008/2009, Facoltà di economia, Scienze del turismo, Cagliari"

Autore: Elisabetta Pintus

Controriforma e secondo 800 in letteratura

Il periodo che viene considerato nel testo è quello della controriforma, e i maggiori esponenti culturali del periodo quali Federico De Roberto o Giordano Bruno. Nella seconda parte del riassunto si parla della seconda parte dell'800, Balzac, Flaubert, Manzoni e Verga, oltre che esposti i caratteri principali dell'Illuminismo.

Autore: Gabriella Galbiati
Esame: Letteratura italiana

Il cinema italiano dalle origini agli anni novanta

Questi appunti trattano il testo di Brunetta "Guida alla storia del cinema italiano", che tocca i principali nodi di sviluppo dell'avventura cinematografica in Italia. Si parte dalle origini, quindi dal cinema muto e dalle prime sale cinematografiche, per incontrare poi il periodo dei grandi colossal e film storici italiani, con diffusione anche all'estero, e l'esperienza del futurismo. Si indaga il periodo della produzione sotto il fascismo dove il cinema diventa strumento di propaganda, fascista o anti-fascista. Gli anni post-bellici si distinguono per il periodo della ricostruzione e del neorealismo, che si conclude in parte con l'avvento del boom economico. Si passa poi attraverso il periodo del '68 e le trasformazioni industriali e sociali degli anni '70/'80, con il cinema che indaga i rapporti generazionali, i mutamenti nel paesaggio, la nuova società. è il periodo dello sviluppo dei grandi generi cinematografici, del predominio delle majors e della cultura americana, della nascita del divismo e del trash. Non possono mancare accenni ai grandi registi italiani: Fellini, Rossellini, Bertolucci, Antonioni, Pasolini, Bellocchio, Moretti.

Autore: Asia Marta Muci
Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
Esame: Storia del cinema italiano
Docente: Gianni Canova