Skip to content

Attacco di Panico Specifico


A differenza del disturbo di panico l' attacco di panico qui descritto è specificatore di una situazione.

Nota: I sintomi sono presentati allo scopo di identificare un attacco di panico, tuttavia, l'attacco di panico non è un disturbo mentale e non può essere codificato.

L’ attacco di panico può verificarsi in un contesto di qualsiasi disturbo d'ansia e altri disturbi mentali (ad esempio: disturbi depressivi, disturbo post-traumatico da stress, disturbi da uso di sostanze), e alcune condizioni mediche (ad esempio, cardiache, respiratorie, vestibolari, gastrointestinali). Quando la presenza di un attacco di panico è identificato, va qualificato come specificatore (ad esempio, "disturbo da stress post- traumatico con attacchi di panico").
Per il disturbo di panico, la presenza di attacco di panico è contenuto all'interno dei criteri per il disturbo, ma in questo caso l'attacco di panico non è identificato come specificatore.
Un aumento improvviso di intensa paura o disagio, tanto forti da raggiunge un picco in pochi minuti e durante il quale quattro (o più) dei seguenti sintomi:
Nota: La brusca impennata può avvenire da uno stato di calma o di uno stato ansioso.
1. Palpitazioni, batticuore, o battito cardiaco accelerato.
2. Sudorazione.
3. Tremore o agitazione.
4. Sensazioni di mancanza di respiro o di soffocamento.
5. Sentimenti di soffocamento.
6. Dolore o fastidio al petto.
7. Nausea o disturbi addominali.
8. Sensazione di sbandamento, di instabilità, di testa leggera o svenimento.
9. Chilis o sensazioni di calore.
10. Parestesia (intorpidimento o formicolio sensazioni).
11. Derealizzazione (sensazione di irrealtà) o depersonalizzazione (essere distaccati da se stessi).
12. Paura di perdere il controllo o di "impazzire".
13. Paura di morire.

Nota: I sintomi specifici di Cultura (ad esempio, tinnito, indolenzimento del collo, mal di testa, urla o pianto incontrollabile) possono essere ravvisati.
Tali sintomi non dovrebbero contare come uno dei quattro sintomi richiesti.

Differenze tra DSM-IV e V:
• Nel DSM-IV l’attacco di panico poteva essere anche situazionale, cioè riguardare più disturbi d'ansia, non era specifico; poteva ad esempio riguardare una fobia specifica con attacchi di panico.
• Nel DSM-V si va oltre e si parla di attacchi di panico come elemento riscontrabile in qualsiasi tipo di disturbo, non solo nell'ambito dei disturbi d'ansia, una sorta di specificatore in qualsialsi tipo di disturbo.

Sono state recuperate una serie di testimonianze di pazienti con questo disturbo e la presentazione di questi attacchi può essere diversa, oltre a quelle già descritte (DSM) manifestazione soggettive come: sensazione di annientamento, catastrofe imminente, manifestazioni somatiche, ipertermia, diarrea, manifestazioni psicosensoriali, de realizzazione ( jamais-vue → non riconoscere una situazione familiare), reazione di fuga immediata, manifestazioni psico sensoriali riguardanti anche il senso di equilibrio. Seguire il DSM-V va bene, ma non essere troppo rigidi perché la sintomatologia ha tratti soggettivi tra individui.

Tratto da PSICOPATOLOGIA DIFFERENZIALE di Veronica Rossi
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.