Skip to content

Metodologia di controllo a campione

Si parla di metodologia di controllo a campione quando una popolazione viene verificata in modo parziale, quindi è possibile affermare che: "la revisione contabile implica verifiche basate su test". L'utilizzo di verifiche campionarie implica incertezza, ossia rischio di campionamento, cioè il rischio che il campione estratto non sia rappresentativo della popolazione. Esso può essere determinato quantitativamente mediante l'impiego di metodologie statistiche.
 
Nel processo di revisione, per alcune verifiche contabili come i colloqui, le osservazioni dirette e l'analytical review, non si può parlare di campionamento. In alcuni casi i test documentali non si svolgono a campione:

- quando le popolazioni vengono verificate integralmente: in genere per quelle classi di valori composte da poche operazioni significative come anche per quelle operazioni straordinarie quali fusioni, acquisizioni etc.
- popolazioni che non vengono verificate dal revisore, dette minimum review e unverified items, in quanto poco significative e per le quali si esamina semplicemente il valore e la composizione della classe nonché la sua ragionevolezza (analytical review).

Tratto da REVISIONE AZIENDALE di Salvatore Busico
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Revisione aziendale

Revisione aziendale riassunta puntualmente in questi appunti che esaminano tutti i principali temi relativi all'esame. I vari elementi della materia vengono considerati in tutte le componenti che il revisore deve tenere in considerazione.