Skip to content

Archivi mondiali della storia del cinema


Le fonti filmiche sono oggi  disponibili grazie a opere di restauro. Si è conseguito questo risultato grazie ad una nuova politica delle cineteche, all’apertura degli archivi pubblici e privati agli studiosi, retrospettive di festival specializzati e mutamento dei modi di approccio.
Le fonti da cui si attinge per lo studio della storia del cinema sono qualsiasi documento utile a informare su aspetti del percorso cinematografico o che abbia contribuito alla realizzazione di un film. Dal punto di vista metodologico lo storiografo del cinema compie un azione di bricolage dello studio dei vari colleghi è un lavoro di tipo connettivo mirante a dare una visione integrata ei vari elementi e delle fonti di cui dispone.
Gli archivi pur trattando di cinema italiano sono sparsi nel mondo, i più rilevanti sono:
Fondo George Klein a Washington per i film storici e mitologici del primo cinema muto.
John Allen Collection  al Pacific Film Archive
Città del Messico e in generale nel centro sud America
Collezione Tomijro Komiya in Giappone
Fondo della Film D’arte Italiana di Parigi.
Nell’ultimo ventennio il cinema muto ha goduto di maggiori cure archivistiche,  la quasi totalità dei documentari prodotti dall’istituto Luce è salvata e consultabile via internet.
Tratto da STORIA DEL CINEMA ITALIANO di Asia Marta Muci
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: