Skip to content

Ruolo del piano Marshall nella Guerra fredda



Nel 47 tensione quando gli USA contrastarono URSS con una strategia di contenimento. Il 12 marzo 47 il presidente truman annuncia l'invio di aiuti americani a grecia e turchia. La dottrina truman fissa la dicotomia che avrebbe ispirato la rappresentazione occidentale della guerra fredda come scontro tra democrazia e totalitarismo. Con il piano marshall del 5 giu 47 gli USA avrebbero offerto alle nazioni europee aiuti economici per alimentare la ripresa della loro economia e far avanzare l'interdipendenza dei mercati. Consolidare la crescita economica avrebbe rafforzato il consenso sociale, emarginato i comunisti e stabilizzato i regimi democratici europei. 16 nazioni dell'europa occidentale accettano il piano. L'URSS dopo iniziali interessi lo denunciò come iniziativa imperialistica finalizzata al dominio USA sull'Europa. Il colpo di stato comunista in cecoslovacchia del 48 simboleggia la costruzione di regimi monopartiti fondati sul controllo repressivo dei partiti comunisti e di apparati di sicurezza dipendenti da mosca.

Tratto da STORIA DEL NOVECENTO di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Storia delle Relazioni Internazionali

Appunti del corso in Storia delle Relazioni Internazionali della prof.ssa Vignati A.A. 2009/2010